Ossessione, il trasgredire secondo Visconti

Quella di Ossessione è una storia raccontata da Luchino Visconti in uno dei primi film ascrivibili al movimento neorealista italiano ed il primo in assoluto del regista italiano. Si tratta di un film da una grande forza visiva, per quanto essenziale nei movimenti e nelle tecnologie utilizzate. Si tratta anche di un film sopravvissuto alle censure e alla distruzione che venne imposta dal regime fascista di Salò. Visconti riuscì fortunatamente a tenere nascosta una copia del negativo fino alla fine della seconda guerra mondiale, da cui derivano le copie attualmente esistenti. Continua a leggere